La Tragedia Dei Trastulli

ebook Romanzo

By Guido Pagliarino

cover image of La Tragedia Dei Trastulli

Sign up to save your library

With an OverDrive account, you can save your favorite libraries for at-a-glance information about availability. Find out more about OverDrive accounts.

   Not today

Search for a digital library with this title

Title found at these libraries:

Loading...

Italia, anni '60 del XX secolo: Una serie di delitti e disgrazie colpisce ineluttabile, senza soluzione di continuità, uno per volta, i membri d'una famiglia di noti commercianti torinesi, quasi essi fossero i personaggi d'una tragedia greca che, per ineluttabile fato, continua a dipanarsi, episodio dopo episodio, senza veri colpevoli, contro un padre e un figlio entrambi d'animo nobile e i loro famigliari non ignobili.
Italia, anni '60 del XX secolo: Una serie di delitti colpisce ineluttabile, uno alla volta, i membri d'una famiglia di noti commercianti torinesi, i Trastulli, la cui coppia di capostipiti ha partecipato alla lotta di Liberazione dal nazifascismo e ha nascosto e protetto, negli anni più bui, ebrei ricercati dalle SS. È una vera e propria tragedia di vita quella che travolge i membri della famiglia, causata da eventi superiori incontrollabili, come la gravissima crisi economica del triennio 1963-1965 che, esplodendo improvvisa, sconvolge drammaticamente l'economia italiana, interrompendo il cosiddetto miracolo economico, cioè l'espansione stupefacente dell'Italia iniziata negli anni '50 e sviluppatasi, disordinata ma possente, fin al 1962; o come, nel 1964, un tentativo di colpo di Stato che vede ai propri vertici addirittura alti esponenti politici d'area governativa e il comandante in capo dei Carabinieri, un generale di corpo d'armata eroe pluridecorato della Resistenza: incombendo superni eventi economici, sociali e politici ineluttabili sopra singoli esseri umani, simbolicamente la mitica musa Melpomene ispira una tragedia esistenziale. Cercando giustizia, entrano in scena un commissario capo della Questura torinese, anch'egli eroe della Resistenza avendo partecipato, nel 1943, ancor giovanissimo vice commissario, all'insurrezione della città partenopea onorata dalla Storia quale "Le Quattro Giornate di Napoli", e il giovane vice brigadiere suo aiutante: indagano, in primo luogo, sopra una morte che ha tutta l'apparenza d'un suicidio per motivi economici, ma che potrebbe aver avuto causa in altissimi interessi politici e militari. Poi altri decessi e disgrazie vanno succedendosi colpendo, a uno a uno, tutti i membri della famiglia Trastulli, e non sempre un famigliare è estraneo al male dell'altro, anche se indubbiamente il fato stesso s'é intromesso superno. Un'altra famiglia intanto, che ha al suo vertice un austero generale di brigata ex partigiano ed è legata alla prima grazie a una salda amicizia fra i due capostipiti, vede intrecciarsi tragicamente le proprie vite a quelle dell'altra. Ultimo libro in ordine di stesura con protagonisti Vittorio D'Aiazzo e Ranieri Velli, ma terza opera della saga secondo l'ordine cronologico degli eventi, una serie che si conclude col romanzo, da tempo in libreria, "Il terrore privato, il terrore politico" ambientato nell'anno 2000.

La Tragedia Dei Trastulli